Luca Infante e la prima vittoria da papà

C’è questa fotografia pubblicata sul suo profilo Facebook alle 16,24 di domenica 7 gennaio: Luca Infante ha inquadrato il bordo della culla di plastica trasparente dove trascorrerà le prime ore di vita il figlio primogenito Giuseppe Lorenzo. «È andato tutto bene» ha scritto sul post social, «la mamma Giuliana sta bene e il papà Luca piange di felicità». Quello che non sta scritto su Facebook è accaduto subito dopo la pubblicazione dell’immagine: l’ex capitano rossoblù, ora con i galloni di leader dell’Assigeco Piacenza del girone Est, era all’ospedale di Codogno, in provincia di Lodi. E alle 18 c’era la palla a due dell’ultima di andata nella non vicinissima Ferrara, a casa di Mike Hall e di Marco Venuto.

Il tempo di una carezza al bimbo appena nato e di un bacio alla compagna e Infante si è messo in auto, su cui era già salito ripercorrendo il tragitto a ritroso da Ferrara (dove era già in attesa del match con la squadra): una corsa tra Autosole e A14 e alle 18 c’era anche lui in campo con i compagni. Non in quintetto base, forse per carenza di riscaldamento, ma pronto a uscire dalla panchina. Quando coach Zanchi ha avuto bisogno di lui, la risposta è stata forte e chiara: 12 punti, 8 rimbalzi, 3 assist e una vittoria-chiave al supplementare 92-89 per tenere l’Assigeco lontana dalla zona playout.

Alla vicenda ha fatto cenno il comunicato stampa post-gara del club piacentino. Ma a raccontarla meglio ci ha pensato, su Facebook, Mikhail Laurenza, uno degli iscritti al gruppo “Cultura cestistica”, casa social per gli appassionati della palla a spicchi di qualunque categoria. «Una vittoria del genere in una giornata del genere» ha commentato l’utente Facebook «va oltre la conquista di ogni trofeo». E Luca Infante ha risposto, sempre via social, a modo suo: «Adrenalina allo stato puro: solo grande cuore e palle!». Congratulazioni, capitano…

Author: Giampiero Canneddu

Share This Post On